Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (RPCT)

Ultima modifica 1 marzo 2021

Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (RPCT)

Ai sensi dell’art. 43 comma 1 D.lgs. 33/2013 tutte le amministrazioni pubbliche devono individuare il Responsabile della prevenzione della corruzione (di seguito per brevità “Responsabile”). Negli enti locali, tale Responsabile è individuato preferibilmente nel segretario comunale, salva diversa e motivata determinazione. Per questo ente, è stato nominato il Segretario  dott. Marino ALBERTO.

Il Dipartimento della Funzione Pubblica, con la circolare numero 1 del 25 gennaio 2013 (paragrafo 2) ha precisato che nella scelta del Responsabile gli enti locali dispongono di una certa flessibilità che consente loro “di scegliere motivate soluzioni gestionali differenziate”. In pratica è possibile designare un figura diversa dal segretario. Il Dipartimento della Funzione Pubblica ha poi precisato che la scelta dovrebbe ricadere su qualcuno che:

1. non sia stato destinatario di provvedimenti giudiziali di condanna;

2. non sia stato destinatario di provvedimenti disciplinari;

3. abbia dato dimostrazione, nel tempo, di comportamento integerrimo.

 
Compiti del Responsabile:

propone all’organo di indirizzo politico, per l’approvazione, il Piano triennale di Prevenzione della Corruzione la cui elaborazione non può essere affidata a soggetti estranei all’amministrazione (art. 1 co. 8 L. 190/2012);

definisce le procedure appropriate per selezionare e formare i dipendenti destinati ad operare in settori di attività particolarmente esposti alla corruzione;

verifica l’efficace attuazione e l’idoneità del Piano triennale di Prevenzione della Corruzione;

propone la modifica del piano, anche a seguito di accertate significative violazioni delle prescrizioni, così come qualora intervengano mutamenti nell’organizzazione o nell’attività dell’amministrazione;

d’intesa con il dirigente/responsabile competente, verifica l’effettiva rotazione degli incarichi negli uffici preposti allo svolgimento delle attività per le quali è più elevato il rischio che siano commessi reati di corruzione;

Entro il 15 dicembre di ogni anno, pubblica nel sito web dell’amministrazione una relazione recante i risultati dell’attività svolta e la trasmette all’organo di indirizzo;

nei casi in cui l’organo di indirizzo politico lo richieda o qualora il dirigente/responsabile lo ritenga opportuno, il responsabile riferisce sull’attività svolta.

A norma dell’articolo 43 del decreto legislativo 33/2013, il Responsabile ricopre anche il ruolo di Responsabile per la trasparenza.


Responsabile per la trasparenza

Il responsabile per la trasparenza svolge stabilmente attività di controllo sull’adempimento degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente, assicurando la completezza, la chiarezza e l’aggiornamento delle informazioni pubblicate, nonché segnalando all’organo di indirizzo politico, al Nucleo di Valutazione, all’ANAC e, nei casi più gravi, all’ufficio per i procedimenti disciplinari i casi di mancato o ritardato adempimento degli obblighi di pubblicazione.

 

Recapiti:

tel. 019/7499522

E-mail: responsabile.anticorruzione@comune.noli.sv.it

 

Decreto Sindacale n.11-2021
Allegato formato pdf
Scarica